Art City Bologna, la nostra guida alle mostre da non perdere

by Alice Donato

Non ci abbiamo creduto fino alla fine e invece Art City torna a Bologna per la sua nona edizione con tantissime novità, dalla data spostata a maggio fino all’identità visiva. L’edizione 2021 infatti sarà costruita come una grande visita della “città che non c’è”: una Bologna insolita, vista attraverso la lente trasformatrice dei linguaggi contemporanei.

Art City Bologna, il programma dal 7 al 9 maggio 2021

La ricerca di percorsi inaspettati e la possibilità di accedere a luoghi particolari, inusuali e
normalmente fuori dai circuiti canonici della fruizione culturale caratterizzeranno l’edizione
2021 che sarà costruita come una grande visita della “città che non c’è”.

Bologna si trasformerà e aprirà al pubblico anche le porte che di solito tiene chiuse, da quelle del Teatro Storico di Villa Aldrovandi Mazzacorati a quelle del Rifugio Antiaereo “Vittorio Putti”, passando per la discoteca del Cassero, fino allo spazio on-air di Radioimmaginaria.

Saranno diversi anche i percorsi da seguire: un progetto speciale a cura del direttore artistico
Lorenzo Balbi; un main program rappresentativo delle più varie pratiche artistiche
contemporanee poste in relazione con diversi spazi urbani; un programma istituzionale che
mette in rete l’offerta del ricco sistema di soggetti culturali pubblici e privati della città; le
proposte delle gallerie d’arte moderna e contemporanea.

Qui puoi scaricare il programma completo e la mappa:

I nostri consigli sulle mostre da non perdere

Se anche tu guardando il programma di Art City ti sei sentit* disorientat* per le tantissime iniziative niente panico, qui trovi i nostri consigli sulle mostre da non perdere: installazioni, fotografia e gli spazi che non vediamo l’ora di scoprire questo week end! 

MARAMEO  in una 𝐭𝐫𝐞 𝐠𝐢𝐨𝐫𝐧𝐢 𝐝𝐢 𝐦𝐨𝐬𝐭𝐫𝐚-𝐞𝐬𝐢𝐛𝐢𝐳𝐢𝐨𝐧𝐞 negli spazi de 𝙇’𝘼𝙥𝙥𝙖𝙧𝙩𝙖𝙢𝙚𝙣𝙩𝙤 di 𝙈𝙖𝙞𝙨𝙤𝙣 𝙑𝙚𝙣𝙩𝙞𝙙𝙪𝙚, restituirà vita a pareti rimaste per troppo tempo mute e spoglie a contatto con la presenza 𝘪𝘯 𝘵𝘳𝘢𝘯𝘴𝘪𝘵𝘰 al pubblico. L’intervento site-specific sarà realizzato con lo stagno e la mostra sarà accompagnata dalle performance sonore di Filippo Bonelli.

Orari di apertura: Venerdì 7, sabato 8 e domenica 9 maggio h 15-20

Dove: L’Appartamento via Miramonte 4-6 

Evento

“Narrazioni brevi” è l’esposizione di otto lavori, che hanno come fine comune quello di descrivere, attraverso brevi racconti, la relazione dell’artista con la città di Bologna. Gli uffici della galleria si trasformeranno in un negozio di fotocopie in cui l’artista fotocopierà e distribuirà ai visitatori le proprie opere in formato A4.

Orari di apertura: venerdì 7 dalle ore 16 alle 20; sabato 8 dalle ore 10 alle 20 e domenica 9 dalle ore 15 alle 20

Dove: Labs contemporary art

Evento

In mostra troviamo un’unica installazione formata da componenti di opere danneggiate, scomposte e ricomposte che ripercorrono l’intero arco produttivo dell’artista. Questa retrospettiva “in negativo”, che raccoglie sia opere consumate dal tempo che i calchi di quelle realizzate, vuole essere un omaggio allo spirito di accoglienza che l’artista da sempre associa a Bologna.

Orari di apertura: 7-8-9 maggio dalle11:00 alle 20:00 con  prenotazione obbligatoria

Dove: Gelateria Sogni Di Ghiaccio

Evento

Liquid Sounds, primo progetto dell’indagine di Favaretto sul linguaggio pornografico e sulla sua decostruzione, si svolge tramite una serie di primi piani, in cui l’artista riprende il movimento delle maniManuela, sound designer e rumorista di film porno, attiva nella scena berlinese. 

Orari di apertura: dal 7 al 9 maggio dalle h 11 alle h 17 con prenotazione chiamando il numero 345 3649649

Dove: Cassero LGBTI Center

Evento

La solitudine come chiave interpretativa della città serve a riflettere su molte tematiche di stringente attualità per comprendere la sofferente identità della Venezia contemporanea. Ovviamente, in primis, sul rapporto fra turisti e residenti. Le immagini di Wienand raccontano delle due solitudini giustapposte: quella dei veneziani e quella degli estranei, i turisti.

Orari di apertura: venerdì 7, sabato 8 e domenica 9 maggio h 17.30-21.30

Dove: Lavì! City

Evento

La mostra fotografica indaga lo spazio della città, inteso come non luogo metaforico dove sono racchiusi elementi dall’identità sì definita da tradursi in tópoi concettuali, ripensati, trasformati, ripetuti mantenendo la propria unicità e mostrando le infinite possibilità di mutamento emblematico.

Orari di apertura: venerdì 7 maggio h 17-20; sabato 8 e domenica 9 maggio h 10-12 / 17-20

Dove: Galleria B4

Evento

Con The Flute-SingingCarola Bonfili ci conduce dentro l’universo di un videogame inteso come uno spin-off della storia di una delle creature mitologiche presenti in un progetto più ampio: Second Order Reality, un videogioco attualmente in lavorazione.

Orari di apertura:l’installazione è visibile dalle h 10 alle h 20 su prenotazione chiamando il numero 345 3649649 entro il 6 maggio o il numero 051 6496632 / 6496637 fino al 9 maggio

Dove: Rifugio antiaereo

Evento

Chi è N. Schmidt? Schneider innesca l’aspettativa di un incontro che permetta a questo individuo misterioso di emergere dalla presenza collettiva. Nel frattempo, il museo è mascherato da questo scenario, sia come cornice istituzionale che come cornice architettonica.

Orari di apertura:l’installazione è visibile dalle h 10 alle h 20 su prenotazione chiamando il numero 345 3649649 entro il 6 maggio o il numero 051 6496632 / 6496637 fino al 9 maggio

Dove: Ex GAM

Evento

Chi è Norma Jeane? Può essere chiunque e nessuno, può essere lo spettatore stesso guidato dall’artista. La sua pratica mette in discussione la centralità della specie umana e attribuisce una dimensione sensibile alla tecnologia impiegata, capace di calcolare e affermare una propria autonomia rispetto a chi l’ha creata.

Orari di apertura: l’installazione è fuibile liberamente dall’esterno dalle h 8 alle h 22

Dove: Le Serre dei Giardini Margherita

Evento

Articoli che potrebbero piacerti