OLTRE Festival, il festival che porta la musica (e i giovani) in periferia

by Alice Donato

Dal 23 al 28 giugno 2021 nel parco delle Caserme Rosse di Bologna ritorna OLTRE Festival, il festival di musica rivolto ai ragazzi e ragazze della città, con uno sguardo sulle periferie e un orecchio in ascolto delle nuove tendenze. Tutto ciò che noi del lato B apprezziamo e infatti quest’anno ve lo racconteremo dall’interno, tra un concerto e l’altro. 

OLTRE Festival, dove eravamo rimasti

Abbiamo avuto il piacere di conoscere Amedeo Sole, direttore artistico del festival, durante la prima edizione del 2019. Lo abbiamo incontrato al Barazzo in via del Pratello per farci raccontare qualcosa in più su questa nuova edizione del festival carica di aspettative dopo un anno di stop.

Qual è il tuo rapporto con Bologna?

Mi sono trasferito qui per studio più di 10 anni fa e poi sono rimasto contaminato dalle varie controculture bolognesi. Ho iniziato a lavorare in ambito musicale organizzando le prime rassegne dentro ai centri sociali come il Laboratorio Crash e piano piano la musica è diventata il mio lavoro. Ancora oggi frequento principalmente il centro storico, da via del Pratello a via Mascarella. Anche se non sono nato considero Bologna la mia prima città.

Come è nata l'idea di OLTRE Festival?

L’idea di OLTTE Festival nasce insieme ai ragazzi di Zamboni 53 con cui collaboravo per l’organizzazione di concerti nei vari club bolognesi come l’Estragon, il Locomotiv, il Kindergarten e molti altri. Ci mancava uno spazio nostro dove poter lavorare insieme così abbiamo deciso di creare un festival. 

Perché 'OLTRE' Festival?

Perché vogliamo andare ‘oltre’. L’obiettivo della prima edizione del 2019 era quello di andare oltre il centro storico portando i giovani nelle periferie selezionando artisti appartenenti alla nuova scena musicala legata alla trap, all’indie e al pop. Invece, in questa seconda edizione vogliamo andare oltre le differenze del genere e dei generi (musicali) superando ogni confine prestabilito, ospitando artist* che uniscono, mescolano, intrecciano diverse sonorità, oltre-passando ogni possibile stereotipo.

Gli artisti che suoneranno live sul palco dal 23 al 28 giugno 2021

Quest’anno Il lato B di Bologna è tra i FRIEND PARTNER del festival e non vediamo l’ora di raccontarvelo dall’interno tra un concerto e l’altro! E a proposito di concerti, ecco gli artisti che suoneranno sul palco. E tu, hai già comprato i biglietti? Sbrigati perché alcune serate sono già sold out!

Mercoledì 23 Giugno OLTRE Festival inaugura con il talento puro di Margherita Vicario 
 
È in arrivo con il suo nuovo album, “Bingo”, un disco fresco, poliedrico, vivace, ironico e irriverente ma anche intimo e manifesto, che ci guiderà in un viaggio attraverso mille atmosfere e sonorità.
Abbiamo il piacere di annunciarvi di nuovo, dopo l’annullamento della data del 2020, che Giovedì 24 Giugno suonerà Frah Quintale
 
Nel suo nuovo lavoro “Banzai” c’è quella freschezza che caratterizza ogni suo pezzo, quel pop dal sound internazionale che profuma sempre di novità!
Cantautrice classe 2002, è la nuova promessa della scena musicale italiana grazie al suo talento cristallino e alla naturalezza con cui lo maneggia, e quest’estate la potremo vedere finalmente dal vivo con il suo primo tour.
 
Venerdì 25 Giugno, sul palco di OLTRE Festival, con il suo stile autentico e diretto, arriva iosonoariete!
Domenica 27 Giugno saliamo a bordo di un Taxi driver speciale sul palco di Oltre Festival: Rkomi 
 
In tour con il suo nuovo album, “Taxi driver”, ci farà ascoltare le sue nuove canzoni dalle molte anime, fatte di storie diverse l’una dall’altra.
Lunedì 28 Giugno il festival si conclude con una delle rivelazioni del panorama italiano, gli PSICOLOGI.
 
Sono la rappresentazione perfetta della generazione “post millennials” e porteranno sul palco il loro sound che val pop al rap. Siete pronti a cantare i loro pezzi assieme a noi?

Articoli che potrebbero piacerti